Normative Prodotti

Normative Respirazione

Mascherina-1-FRONTE

PROTEZIONE DELLA RESPIRAZIONE – NORMATIVA EUROPEA

In base alla Normativa Europea, tutti i tipi di Dispositivi per la Protezione delle Vie Respiratorie devono essere collaudati e certificati. Le Norme Europee (EN), che definiscono nel dettaglio i requisiti di prestazione ed i metodi di collaudo, sono state formulate per ogni tipo di dispositivo. La normativa regola la produzione, il commercio e l’utilizzo die dispositivi di protezione per le vie respiratorie e si ramifica in diverse sezioni:

  • Facciale – EN149:2001+A1:2009: un dispositivo che copre naso e
  • Semimaschera – EN140:1998: un dispositivo che copre naso, bocca e possibilmente
  • Maschera a pieno facciale – EN136:1998: un dispositivo che copre occhi, naso, bocca e possibilmente
  • Respiratori a Pressione Negativa – EN136:1998: respiratori che sfruttano la potenza polmonare per prelevare aria contaminata dall’atmosfera e depurarla attraverso un filtro.
  • Filtri – EN14387:2008 e EN143:2007: filtri per gas e filtri combinati da utilizzare come parte di un DPI delle vie

EN149:2001+A1:2009

Questa normativa suddivide i dispositivi in monouso “NR” (non riutilizzabili), e, quando possono essere puliti e igienizzati, riutilizzabili “R”. Vengono sottoposti a specifici test, come quello relativo all’intasamento con la polvere di Dolomite, facoltativo per i dispositivi monouso e obbligatorio per quelli riutilizzabili, che garantisce un buon livello di traspirabilità anche con concentrazioni di polvere molto elevata. In questo caso i dispositivi sono marcati “D”.
I dispositivi filtranti vengono inoltre suddivisi in 3 fasce di protezione:
Classe FFP1: proteggono da aerosol non tossici, come le polveri, in concentrazioni fino a 4 volte il valore limite di soglia (TLV). Hanno un’efficacia filtrante dell’80%;
Classe FFP2: proteggono da aerosol a bassa e media tossicità, in concentrazioni fino a 12 volte il TLV. Hanno un’efficacia filtrante del 94%;
Classe FFP3: proteggono da aerosol fino ad alta tossicità e aerosol radioattivi in concentrazioni fino a 50 volte il TLV. Hanno un’efficacia filtrante del 99%.

EN140:1998

La norma specifica i requisiti per le semimaschere e i facciali da utilizzare come parte di un dispositivo per la protezione delle vie respiratorie. Questi facciali possono essere utilizzati in sistemi a pressione negativa, a ventilazione assistita o ad aria compressa.
Se utilizzata come sistema a pressione negativa, la maschera può essere dotata di filtri conformi alle Norme EN 141, EN 143, EN 371 o EN 372 collegate alla stessa.

EN136:1998

La norma specifica i requisiti per le maschere a pieno facciale da utilizzare come parte di un dispositivo per la protezione delle vie respiratorie. Se una maschera antigas è contrassegnata in questo modo vuol dire che soddisfa i requisiti per essere utilizzata come parte di un dispositivo di protezione respiratoria nei sistemi a pressione negativa, a ventilazione assistita o ad aria compressa. Esistono tre classi di Respiratori a Pieno Facciale: Classe 1 – Utilizzo Leggero, Bassa Manutenzione Classe 2 – Utilizzo Generico, Alta Manutenzione Classe 3 – Utilizzo Gravoso, per l’estinzione di incendi Se utilizzata come sistema a pressione negativa, la maschera può essere dotata di filtri conformi alle Norme EN 141, EN 143, EN 371 o EN 372 collegate alla stessa.  

EN143:2007

Questa Norma specifica i requisiti dei filtri per le polveri da utilizzare come parte di un dispositivo per la protezione delle vie respiratorie.
I filtri per le polveri sono classificati in base alla loro efficienza filtrante suddivisa in 3 livelli: P1, P2, e P3.  
I filtri P1: si usano solamente per la protezione da polveri solide.
I filtri P2 e P3: sono classificati in base alla capacità di rimuovere particelle solide e nebbie identificato con colore Bianco

EN14387:2008

Questa Norma specifica i requisiti minimi dei filtri per gas e dei filtri combinati da utilizzare come parte di un dispositivo per la protezione delle vie respiratorie. I filtri per gas rimuovono i gas e i vapori specificati. I filtri per gas sono classificati in base al tipo specifico di gas che rimuovono:
Tipo A
Filtro per gas e vapori organici con un punto di ebollizione superiore a 65°C. Identificati con colore Marrone
Tipo B
Filtro per gas e vapori inorganici (escluso CO). Identificati con il colore Grigio
Tipo E
Filtro per Anidride solforosa e altri gas e vapori acidi. Identificati con il colore Giallo
Tipo K
Filtro per ammoniaca e i derivati organici dell’ammoniaca.
Identificati con il colore Verde
I filtri di tipo A, B, E e K sono ulteriormente classificati in base alla capacità filtrante:
Classe 1 (bassa capacità, fino a 1.000 ppm)
Classe 2 (media capacità, fino a 5.000 ppm)
Classe 3 (alta capacità, fino a 10.000 ppm)

Per ulteriori informazioni consultare le note informative e le schede prodotto pubblicate sul sito internet: www.ufo-safety.com

Translate »
error: CONTATTA I NOSTRI UFFICI!
Torna in alto
×

 

Salve!

Clicca sull'icona Ufo per parlare con un nostro operatore.

×